Nintendo Switch si arresta

0
325
Nintendo Switch calo vendite

Risultati di crescita non raggiunti per Nintendo Switch che si trova a fare il mea culpa per un 2018 gestito davvero male.

Dopo un lancio incredibile, la compagnia giapponese, sembra aver esaurito gli assi nella manica, lasciando gli utenti con una manciata di titoli esclusivi e una serie infinita di indie e remaster.

Mentre la grande N accusa la comunicazione, e l’incapacità di far capire il valore del device, la critica videoludica accusa Nintendo di errori grossolani nel piano di marketing.

La scelta di non annunciare i nuovi giochi in arrivo, di non dare date precise agli utenti lasciandoli nel buio, ha portato infatti molti aspiranti acquirenti ad attendere.

E’ così che il fenomeno Switch vede la sua prima battuta di arresto dopo una crescita strepitosa.

Un vero peccato dal momento che il materiale c’è e abbonda, basterebbe che Nintendo comunicasse in modo più chiaro con il proprio pubblico, oltre a conquistare in qualche modo le terze parti per ottenere delle esclusive che spingano davvero ad acquistare la console, al di fuori delle opere Nintendo.

Il futuro della console è radioso, è solo questione di fare le scelte giuste.

Il 2019, dovrebbe vedere l’arrivo di Fire Emblem, Shin Megami Tensei e l’attesissimo Pokémon di nuova generazione.

Con nomi di questo calibro non possiamo che aspettarci un trionfo nel corso dell’anno, capace di farci dimenticare un 2018 sotto tono, dopo un 2017 incredibile che ha visto il lancio di Zelda, Super Mario e tanti altri giochi capaci di rendere la console ibrida unica e appetibile.

Nintendo Switch potrebbe poi giovare dei nuovi servizi di streaming, capaci di trasformarla, se ben gestiti, nella portatile definitiva per giocare a qualsiasi titolo.

Anche qui resta però da vedere come la grande N, poco avvezza alle novità legate alla rete, deciderà di muoversi e con chi vorrà collaborare.

Staremo a vedere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here