Continuano le acquisizioni da parte di The Initiative

0
76

Microsoft continua a espandere il suo dreamteam The Initiative, il team first party Microsoft creato all’interno degli Xbox Game Studios che ha inserito nel personale artisti e ingegneri usciti da Naughty Dog, BioWare e Respawn.

L’incredibile team, sembra a lavoro su un prodotto che imiti in qualche modo i titoli di successo di Sony.

L’idea è quella di proporre agli utenti videogiochi dalla componente narrativa più marcata e mondi aperti, vera e propria falla dell’universo Microsoft e della generazione passata.

La società di Redmond infatti, sembra essersi ancorata a vecchie IP, realizzando un numero ridotto di titoli esclusivi e perdendo il contatto con il suo pubblico.

Microsoft infatti ha cavalcato la tendenza multiplayer della generazione precedente, impattando verso un mercato che sembra invece sempre più desideroso di grandi prodotti cinematografici e che restringe l’enorme platea multiplayer a una manciata di titoli che non lasciano spazio a diverse realtà.

The Initiative sta diventando qualcosa di enorme e le aspettative sono ormai altissime, forse troppo.

Persone che provengono da diverse realtà infatti, potrebbero non lavorare insieme come previsto.

Non sempre prendere i migliori porta a risultati, specialmente se non si crea una sinergia di gruppo.

In ogni caso, la società interna a Microsoft si è arricchita di creativi provenienti dalle più svariate realtà videoludiche, in particolare da studi interni a Sony, così come da Rockstar.

Le premesse per una serie di prodotti incredibili ci sono tutte.

L’aspettativa è quindi alle stelle e sembra proprio che Microsoft si prepari a mostrare i denti già con l’imminente Gears 5, titolo ormai imminente previsto per il 10 settembre e che si prepara a proseguire il nuovo arco narrativo della celebre saga di Gears of War.

Questa volta la narrazione sarà differente e si ipotizza un mondo semi-aperto, sulla falsa riga di God of War.

Non ci resta che attendere ulteriori dettagli da parte di Microsoft, Phil Spencer e della sua divisione XboxOne.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here