Con la dark mode si risparmia anche il 60% di batteria

0
92

La dark mode, tanto attesa modalità scura per i device Apple, sembra davvero un successo.

Già disponibile in diverse app, la nuova modalità a schermo scuro, permette di risparmiare fino al 60% di batteria.

Proprio così, la nuova modalità, oltre ad agevolare il riposo degli occhi senza colpirli con una luminosità eccessiva, dannosa, specialmente nelle ore più tarde, permette di risparmiare moltissimo per quanto riguarda l’elemento energetico, aiutando così ad allungare la durata della batteria dei nostri device.

Sia utilizzando app, che semplicemente navigando sul web, la dark mode si è rivelata davvero positiva sotto tutti i punti di vista.

Resta da capire se ci sarà modo di adattare le pagine internet alla nuova gestione dei colori.

Molto spesso infatti, mentre utilizziamo la dark mode, navigare in rete diventa davvero fastidioso.

Le pagine bianche appaiono all’improvviso, rovinando tutto l’effetto della dark mode.

Per ovviare a questo è possibile utilizzare browser alternativi che prevedano una versione scura delle pagine.

Finalmente la dark mode è arrivata, e rimane davvero da capire perché ci sia voluto così tanto per un aggiornamento così semplice che doveva essere presente fin dagli albori.

In ogni caso, il ridotto impatto sulla batteria, potrebbe anche supportare il tentativo di ridurre i consumi mondiali.

Moltiplicato per tutti i device del mondo, l’utilizzo della dark mode riduce infatti il fabbisogno energetico della popolazione, una goccia nell’acqua ma comunque qualcosa.

La tendenza dark sembra quindi il futuro degli smartphone e dei device elettronici.

La retroilluminazione troppo potente infatti, si è dimostrata più volte dannosa per il sonno, e stancante per gli occhi, oltre che il modo più rapido per consumare la batteria.

Il risparmio della batteria parte infatti proprio dalla riduzione della luminosità.

Con la dark mode le cose sono ancora più prestanti e il risultato migliore di quello che potevamo ottenere trafficando con regolazioni e app esterne.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here