Grave falla di sicurezza per Teensafe

0
240
teensafe falla password

TeenSafe, l’app che offre la possibilità ai genitori di controllare gli smartphone degli utenti minorenni, avrebbe una grave falla di sicurezza, un errore incredibile che ha visto l’applicazione esporre in chiaro migliaia di credenziali di accesso, comprese quelle di molti minorenni che doveva presumibilmente proteggere dai pericoli della rete.

L’applicazione è studiata per fornire informazioni sulla posizione dei giovani, permettere la lettura dei loro messaggi, così come visualizzare il registro delle chiamate, la cronologia e le varie attività svolte col dispositivo. Perché questo avvenga, la app richiede moltissimi dati di accesso e credenziali varie dedicate a tute le piattaforme che andrà poi a controllare.

A quanto pare però i dati in questione sono clamorosamente finiti in rete.

La società pare avere lasciato i suoi server, caricati in cloud, privi di alcuna protezione, senza nessun tipo di linguaggio criptato e addirittura accessibili a chiunque anche senza una password.

“Abbiamo intrapreso azioni per chiudere uno dei nostri server al pubblico ed iniziato ad allertare i nostri clienti potenzialmente impattati”, ha spiegato la compagnia ormai nell’occhio del ciclone.

La app per essere utilizzata necessita inoltre la disattivazione dell’autenticazione a due fattori, dando vita così a un vero e proprio disastro. Chi ha accesso al server infatti, non ancora disattivato, può utilizzare liberamente gli account registrati a suo piacimento fino a che non verranno modificate le password.

Il caso di Teensafe non è l’unico degli ultimi tempi, viene quindi da domandarci quanto i nostri dati siano al sicuro nel momento in cui affidiamo alla rete preziose informazioni personali. In particolare l’abitudine di utilizzare server cloud, estremamente positiva se fatta con precisione, sta diventando una grossa vulnerabilità anche per le aziende più insospettabili davanti a folli dimenticanze e assenza di sicurezza standard. Sicuramente Teesafe non se la passerà bene nei prossimi mesi, di fronte a un errore del genere la app potrebbe anche trovarsi in procinto di un fallimento.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here