Google lavoro a una console da gioco?

0
148
google game streaming

Secondo alcune voci di corridoio, il colosso e praticamente proprietario del mondo web Google starebbe realizzando una sua console da gioco, un prodotto che potrebbe essere immesso sul mercato e in grado di fare concorrenza a PS5 e Xbox Scarlett. Le indiscrezioni arrivano da Kotaku e coinvolgono ben cinque insiders. La notizia, se dovesse rivelarsi reale potrebbe far tremare Sony e Microsoft che si troverebbero a competere davanti a un colosso economico tra i più potenti al mondo e capace di investire cifre sbalorditive.

Al momento non si sa niente dell’hardware e in molti vociferano che il risultato sarà semplicemente una console android dedicata al mercato casual. C’è però da dire che se una figura come Google entra nel campo dei videogiochi, le possibilità diventano davvero molte e difficilmente si limiterà a un prodotto di scarsa qualità.

La teoria è che Google stia pensando già al futuro del gaming attraverso lo streaming, creando così un prodotto innovativo che potrebbe scatenare una vera rivoluzione all’interno del mercato attuale.

L’azienda starebbe pensando a un proposta per il mercato videoludico fin dal 2014, e avrebbe addirittura tentato di acquisire Twitch prima dell’intromissione di Amazon.

L’altra notizia interessante è legata all’incontro tra un rappresentante di Google e vari big legati al mondo dello sviluppo per discutere della sua nuova piattaforma di streaming dal nome in codice Yeti. Addirittura la grande G ha tastato il terreno dell’E3, in cerca di studi da acquisire.

L’idea della nuova console sarebbe quella di un prodotto alla stregua di GeForce Now e dovrebbe offrire la possibilità di giocare anche i titoli più prestanti su pc intermedi. Lo streaming è infatti visto come il futuro del mondo del gaming da divano, e non si esclude che Google voglia entrare in campo permettendo di usufruire di quasi tutti i giochi del mercato attraverso il suo strumento.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here